Sbandieratori

Vengono chiamati Flag Throwers, Flag Wavers, Abanderados, Fahnenschwinger o Lanceurs de drapeaux, ma in tutto il mondo rimangono i nostri Sbandieratori Maestà della Battaglia.


Flag Throwers – Abanderados ItalianosFahnenschwingerLanceurs de drapeaux

Tra le attività principali del gruppo si trova il “maneggio dell’insegna”.

In epoca medievale la bandiera veniva utilizzata per segnalare, con movimenti e lanci prestabiliti, gli ordini alle truppe impegnate durante lo scontro militare. L’uomo che utilizzava questo strumento venne denominato “Alfiere” e crebbe di importanza nel tempo, da un ruolo di semplice segnalatore a elemento militare fondamentale con spesso un titolo nobiliare alle spalle. Il suo ruolo unicamente militare si diversificò e divenne una vera e propria disciplina al pari dell’utilizzo della spada, dell’equitazione e del ballo.

Al giorno d’oggi questa tradizione viene portata avanti da diverse associazioni in tutto il territorio nazionale. I nostri sbandieratori si impegnano per inventare esibizioni sempre nuove e di grande effetto da eseguire nelle numerose manifestazioni ed eventi a cui sono invitati, non solo su territorio italiano ma anche estero. Tra i luoghi visitati si possono elencare: Brasile, Singapore, Spagna, Portogallo, Germania, Francia, Ungheria, Bulgaria e molti altri.

Il loro impegno è rivolto anche alla partecipazione a svariati tornei localizzati in tutta la penisola, siano essi giudicati da giudici specializzati, dal pubblico o da altri sbandieratori. Vanno ricordate le vittorie al Trofeo Marzocco 2013 e 2015 (conquistando tutte le categorie), al Palio delle Compàgne di Finale Ligure e al Palio di Trento per due anni consecutivi.

Nell’anno 2014 gli sbandieratori della Maestà della Battaglia hanno ottenuto la promozione in tenzone Argentea, dei campionati F.I.Sb., ottenendo quattro medaglie d’oro e una d’argento.

L’arte della bandiera viene insegnata anche a partire da otto anni o a chiunque ne faccia richiesta ed ogni atleta è seguito e valorizzato, per portare al massimo ogni sua capacità, da allenatori specifici per ogni fascia d’età. Anche nella sezione “under” sono stati conseguiti ottimi risultati in ambito agonistico stabilendosi sempre alle prime posizioni.